Piazzale Paolo De Cecco
Toggle map

Alcune immagini

Piazzale Paolo De Cecco

Il piazzale è stato inaugurato nel 2005, creando uno spazio panoramico che si affaccia sul teramano, e in particolare sul paese di Atri. Paolo De Cecco, al quale è stato intitolato il piazzale, era un musicista di origini angolane.

A Milano, nel Febbraio 1878, riscosse incondizionati successi di pubblico e di critica con i suoi concerti. Il poeta Andrea Maffei gli dedica una poesia e si proclama suo devoto, dicendosi stupito come "da un piccolo stromento com'è il mandolino si potessero cavare toni soavissimi, ma così robusti".

Nato il 15 aprile 1843, il multanime Paolo De Cecco si è fatto apprezzare come pittore e critico d'arte; è stato animatore del Cenacolo con Michetti, D'annunzio e Barbella. Scarfoglio lo annovera tra le più degne personalità del tempo e si rammarica per la sua decisione di abbandonare la pittura. Presto anche la stagione dei concerti e dei trionfi musicali si concluderà per una malattia che colpirà le sue mani. De Cecco avrà modo di farsi conoscere anche come inventore di una originale incubatrice per allevare i polli.